LA LAMPADA DI ALADINO


Una riflessione per Domenica 26-07-2020 < Mt 13,44-52

I. Se incontrassimo la lampada di Aladino, cosa chiederemmo al genio che appare per esaudire una nostra richiesta? Una casa, un lavoro, la salute, una famiglia, un fidanzato o una fidanzata, un figlio, lunghi anni di vita, la vincita alla lotteria, ... ? Salomone quel giovane re che si trovò a governare Israele senza nessuna conoscenza, davanti alla proposta di Dio di chiedergli qualsiasi cosa che volesse, chiese a Dio un cuore docile, per saper ascoltare, fare giustizia, discernere il bene e il male. Dio rimase contento per questa richiesta e gli concesse la Sapienza e anche tutto il resto che non gli aveva chiesto.

II. Chi sceglie Dio riceve anche il resto, il mondo (Gesù promise il centuplo quaggiù e la vita eterna). Chi sceglie il mondo invece non sarà mai soddisfatto di niente, sarà sempre deluso. Il giovane ricco che non era riuscito a abbandonare tutto per seguire Gesù e ha voluto rimanere con i suoi beni, se ne andò via triste. Ma perché se ne andò triste? Eppure stava con tutte le sue ricchezze! Madre Teresa di Calcutta disse che i ricchi sono le persone più povere perché l’unica cosa che hanno sono i soldi.

III. Il Vangelo ci parla del Regno dei Cieli. Era un tema ricorrente nella predicazione di Gesù. Oggigiorno ci risulta difficile capire cosa è il Regno di Dio. Gesù parlando di se dice: “il Regno di Dio è qui”, quindi il Regno di Dio è Gesù stesso. Alcuni dicono che Il Regno di Dio è il Paradiso! Ma cos’è il Paradiso? Al buon ladrone dalla croce Gesù promette: “Oggi sarai con me, in Paradiso”. Dunque stare con Gesù è stare in Paradiso, Gesù è il Paradiso. Altri dicono che il Regno di Dio è raffigurato in nuce dalla Chiesa, nei Sacramenti. Ma cos’è la Chiesa? È il corpo di Cristo. Quindi il Regno di Dio ancora una volta è Gesù. Tutto è Gesù.

IV. Gesù ci spiega che cos’è il Regno di Dio usando le Parabole, paragonandolo a molte cose. Oggi lo paragona a un tesoro e a una perla preziosa. Cosa è un tesoro? Si parla di Caccia al tesoro, l’isola del tesoro, sei il mio tesoro, tesoro di mamma, chi trova un amico trova un tesoro, il ministero del tesoro, i buoni del tesoro... Tesoro significa qualcosa di prezioso per il quale si fanno sacrifici per ottenerlo. Trovare un tesoro significa trovare qualcosa che cambia la vita. E noi abbiamo trovato il tesoro nella nostra vita?

V. Per trovare un tesoro o una perla preziosa, bisogna conoscere il valore delle cose, se no, anche possedendo il tesoro o la pietra preziosa la baratteremmo per qualcosa di meno prezioso. Come hanno fatto i proprietari nel Vangelo di oggi. Si dice che gli olandesi quando invasero l’Africa del Sud, incontrarono degli indigeni che giocavano con delle pietre trasparenti. Erano dei diamanti che gli indigeni cedettero agli olandesi barattandoli con della birra o degli specchietti. Un altro esempio: recentemente è stata venduta a New York per 91 milioni di dollari, l’opera dell’artista statunitense Jeff Koons, Rabbit, una statua di acciaio a forma di coniglio creata nel 1986, alta circa un metro. È l’opera più pagata finora di un artista vivente. Eppure a molti può sembrare un giocattolo senza nessun valore. Questo perché non sanno riconoscere il valore di certa arte contemporanea. Così come il padrone del campo e il venditore di perle del Vangelo, non conoscevano il valore delle cose che possedevamo, così le vendettero in cambio di qualcosa di molto inferiore.

VI. Il tesoro del Vangelo di oggi non è qualcosa, è Qualcuno. È Gesù. E noi saremo disposti a tutto per Lui, solo se ne conosciamo il valore. È un tesoro che da gioia. Il Vangelo ci dice che l’uomo che trovò in tesoro, si mosse pieno di gioia. Se noi come cristiani non siamo felici, il motivo è semplice: non abbiamo ancora trovato il tesoro. I cristiani si riconoscono come coloro che in fondo, nonostante tutto, sono felici, perché il motivo della loro gioia non è qualcosa ma Qualcuno. Se volessimo sapere se abbiamo fede o no, un termometro per scoprirlo è proprio questo: basta chiedersi “io, nonostante tutti i problemi, difficoltà, sofferenze, in fondo sono una persona felice?” Dalla risposta a questa domanda, sapremo quanto siamo veramente cristiani. Non dobbiamo ricercare perché vivere, ma per chi vivere.

VII. Come trovare questo tesoro? Gesù ci indica due modi. O lo troviamo per caso, come nella prima parabola dove l’uomo lo trova sul suo cammino, senza fare nulla. Oppure dopo una lunga ricerca come il mercante di perle che dopo molto cercare trova la perla preziosa. Se noi non abbiamo ancora avuto la fortuna del primo uomo che trova inaspettatamente il tesoro, vediamo allora di metterci al lavoro e di non perdere più tempo, cerchiamo la perla preziosa che ci sta aspettando e vuole solo essere trovata da noi.


(eziolorenzobono@hotmail.com)


Nella foto: La lampada di Aladino, di Vittorio Santoro (Savì)

0 visualizzazioni0 commenti
 
  • Facebook
  • LinkedIn

©2020 di Ezio Lorenzo Bono. Creato con Wix.com